Una ricetta semplice e veloce che celebra la cucina pugliese, perfetta per l’occasione di San Giovanni il 24 giugno. Pochi ingredienti genuini per un piatto saporito, ideale per chi ha poco tempo ma non vuole rinunciare al gusto. 

La Puglia, terra di tradizioni culinarie antiche e sapori autentici, ci regala un piatto che incarna perfettamente la semplicità e la bontà della cucina popolare: gli Spaghetti alla San Giuannin. Conosciuti anche come San Giuannid in alcuni dialetti locali, questa preparazione è un must durante la festa di San Giovanni, il 24 giugno. La ricetta è l’ideale per chi si trova con il frigorifero semi-vuoto ma non vuole rinunciare a una cena gustosa e soddisfacente. La magia di questo piatto risiede nella qualità degli ingredienti pugliesi, pochi ma fondamentali, che trasformano un semplice piatto di spaghetti in un’esperienza culinaria memorabile.

La ricetta degli spaghetti come vuole la tradizione

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di spaghetti
  • 4-5 pomodori maturi (preferibilmente del tipo San Marzano)
  • 2-3 spicchi d’aglio
  • 1 peperoncino fresco o secco (a seconda dei gusti)
  • Olio extravergine di oliva q.b. (meglio se pugliese)
  • Sale q.b.
  • Una manciata di prezzemolo fresco tritato
  • Pecorino o Parmigiano grattugiato (facoltativo)

Iniziate mettendo a bollire una pentola d’acqua salata per la pasta. Nel frattempo, lavate i pomodori, sbollentateli per qualche minuto e poi pelateli. Tagliateli a cubetti eliminando i semi. In una padella ampia, versate un generoso filo d’olio extravergine di oliva e aggiungete gli spicchi d’aglio schiacciati e il peperoncino tritato. Fate soffriggere a fuoco medio finché l’aglio non diventa dorato. Aggiungete i pomodori a cubetti e un pizzico di sale, quindi lasciate cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti, mescolando di tanto in tanto, fino a quando il sugo non si sarà leggermente addensato.

Quando l’acqua raggiunge il bollore, buttate gli spaghetti e cuoceteli al dente seguendo i tempi indicati sulla confezione. Scolate la pasta, tenendo da parte un po’ di acqua di cottura. Unite gli spaghetti al sugo nella padella, mescolando bene per amalgamare il tutto. Se il sugo risulta troppo denso, aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta per ottenere la consistenza desiderata. Spegnete il fuoco e completate con una manciata di prezzemolo fresco tritato e, se gradite, una spolverata di pecorino o parmigiano grattugiato.

Gli Spaghetti alla San Giuannin vanno serviti ben caldi, accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso pugliese. La semplicità di questo piatto, unita alla qualità degli ingredienti, vi conquisterà al primo assaggio, riportandovi ai sapori autentici della tradizione contadina della Puglia.