Con l’arrivo dell’estate siamo tutti alla ricerca di nuove ricette leggere e gustose per preparare piatti che ci rinfreschino: oggi allora vi facciamo scoprire la ricetta del pesto alla trapanese, una variante molto gustosa del classico pesto alla genovese. Siete pronti? Ecco a voi la ricetta!

Oggi la ricetta che vi faremo scoprire è quella del pesto alla trapanese, una ricetta che ha origini antiche e affonda le sue radici nella tradizione culinaria della città di Trapani. La cucina trapanese è stata profondamente influenzata dalle culture che hanno occupato la Sicilia nel corso dei secoli, in particolare dagli Arabi.

Infatti le mandorle, uno degli ingredienti principali del pesto alla trapanese, sono state introdotte proprio dagli Arabi. Qualcuno però sostiene invece che l’origine del pesto alla trapanese sia legato a quello alla genovese. Durante il Medioevo, i marinai liguri facevano spesso scalo nei porti siciliani, portando con sé il pesto genovese. Gli abitanti di Trapani, adattarono questa ricetta usando gli ingredienti locali a loro disposizione, come i pomodori freschi e le mandorle, dando così vita al pesto alla trapanese.

Qualunque siano le origini, oggi questo pesto è ancora molto in voga per il suo gusto delizioso: allacciate il grembiule e iniziamo a cucinare!

Pesto alla trapanese: ecco la ricetta passo dopo passo

Gli ingredienti per il pesto alla trapanese: 300 g di pomodori maturi, 50 g di mandorle pelate, 50 g di pecorino siciliano grattugiato, 1 mazzetto di basilico fresco, 1 spicchio d’aglio, 100 ml di olio extravergine d’oliva, Sale q.b., Pepe nero q.b.

Per prima cosa lavate i pomodori, sbollentateli per circa 1 minuto in acqua bollente, poi scolateli e lasciateli raffreddare. Pelateli, eliminate i semi e tagliateli a pezzetti. Se non avete mandorle pelate, potete sbollentarle per un paio di minuti e poi rimuovere la pelle. Asciugatele bene.

In un mortaio (o in un frullatore), mettete l’aglio e le mandorle. Pestate fino a ottenere una pasta abbastanza omogenea. Aggiungete le foglie di basilico e continuate a pestare. Il movimento deve essere rotatorio e delicato, per evitare di ossidare il basilico. Unite i pomodori a pezzetti e continuate a pestare fino a ottenere una consistenza cremosa.

Aggiungete il pecorino grattugiato e mescolate bene. Versate l’olio extravergine d’oliva a filo, continuando a mescolare, fino a ottenere una consistenza omogenea e cremosa. Infine aggiustate di sale e pepe a piacere.