Siete alla ricerca di un piatto veloce e gustoso da preparare? Allora la frittata di spaghetti fa al caso vostro! Questo delizioso piatto può essere servito come piatto unico, una sorta di primo e secondo insieme, e inoltre permette di non sprecare eventuale cibo avanzato: ecco come si prepara.

Sicuramente l’avrete già vista: la frittata di spaghetti è un piatto che ha conquistato ormai tutta Italia! Originario della Campania, e di Napoli in particolare, questo piatto si può realizzare molto facilmente utilizzando eventualmente gli avanzati di una bella cena a base di spaghetti, per dare vita a un piatto unico gustoso.

Ne esistono diverse varianti: semplice, con il parmigiano, con il pomodoro, con formaggi o salumi… a voi la scelta! Il piatto può essere realizzato senza carne per i vegetariani, ma non è adatto a chi segue un regime alimentare vegano essendo a base di uova. E ora passiamo agli ingredienti!

Per circa 6 persone vi serviranno 350 grammi di spaghetti, 5 uova, 100 ml di latte intero, del parmigiano da grattugiare, pepe, olio e uno spicchio di aglio. Cominciamo!

Frittata di spaghetti: ingredienti e ricetta di un piatto gustoso e veloce

Iniziamo a preparare la nostra frittata di spaghetti facendo bollire dell’acqua salata nella quale procederemo con la cottura della pasta. Importantissimo è che gli spaghetti siano ben al dente quindi occhio ai tempi di cottura. A questo punto versate le uova in una ciotola ampia, aggiungete il latte, il sale e il pepe e infine il parmigiano grattugiato (circa 50 grammi).

Mescolate bene per ottenere un composto omogeneo. Condite la pasta con un filo di olio di oliva. In una padella fate rosolare l’olio con uno spicchio di aglio, togliete lo spicchio d’aglio e aggiungete gli spaghetti e le uova. Cuocete a fuoco alto per 1 minuto; abbassate il fuoco, coprite e cuocete per 15 minuti. Dopo 15 minuti dovete girare la frittata, fate ben attenzione a che non si sia attaccata sul fondo della padella.

Una volta cotta da entrambi i lati la frittata di spaghetti è pronta. La si può consumare tiepida o appena fatta, a vostra discrezione. Conservare in frigo al massimo per due giorni.