Chiude un’attività storica della zona di Ostia, nota anche per essere un punto di ritrovo di tanti vip che, essendo di passaggio, erano soliti fermarsi in questo bar che da oltre 70 anni teneva compagnia a residenti e turisti. L’annuncio della messa in vendita dell’attività ha stupito tutti: vediamo insieme perché il bar verrà chiuso e quale potrà essere il futuro di questo posto. 

L’ultimo pilastro della storia del bar che stiamo per raccontarvi è venuto a mancare da poco, e forse è stato questo l’elemento che ha portato alla fine di un’attività di riferimento per la zona di Ostia e non solo. Stiamo parlando del Bar Sisto, che da oltre 70 anni costituiva un locale di riferimento sia per i residenti sia per tanti personaggi vip che, passando lì, erano soliti fermarsi per gustare il classico gelato che ha reso famoso il bar.

Storicamente gestito dalla famiglia Ciotoli, il Bar Sisto era nato nel 1948, su iniziativa del pioniere Sisto, la cui avventura di vita e professionale è raccontata anche in un libro, “Ostia ieri e oggi”. Quale sarà il futuro di uno dei locali di riferimento della zona? Scopriamo insieme qualche informazione in più.

Bar Sisto: la fine di un’era

Il Bar Sisto, infatti, è stato messo in vendita e presto sarà visibile anche sui principali siti di compravendita. Il locale, che i residenti conoscono molto bene, è di circa 300 metri quadrati ed è caratterizzato da dieci vetrine che ne facevano “il salotto” di Ostia. Come anticipato, questo bar è stato punto di riferimento anche per molti personaggi del mondo dello spettacolo: da Renato Zero a Claudio Villa, sono tanti i volti noti che hanno gustato le prelibatezze di questo posto.

Tra i prodotti più caratteristici e richiesti ci sono sicuramente le fettuccine di gelato e un’altra invenzione molto curiosa e al tempo stesso buonissima: l’uovo al tegamino gelato. Ora non si sa quale sarà il futuro del Bar Sisto: arriverà una nuova gestione?