Quanto costa un tipico pranzo di cucina romana in una delle zone vicine alla Capitale? Mangiare gustando alcune delle ricette che si ispirano alla tradizione romana è sicuramente un’esperienza da non perdere. Inoltre, anche il prezzo può lasciare senza parole: vediamo insieme cosa è successo ad una cliente che ha pubblicato uno scontrino sui social, non credendo al conto che le è stato presentato! 

Una tappa d’obbligo, se desiderate trascorrere una giornata nella Capitale d’Italia alla scoperta delle sue bellezze artistiche, è sicuramente quella in uno dei ristoranti tipici, per assaggiare i sapori della tradizione culinaria romana. Sono tantissime le trattorie, i bar, le pizzerie e i ristoranti che offrono menu da cui si possono scegliere alcuni dei piatti tipici, a partire dalla carbonara passando per l’amatriciana fino ad arrivare ai saltimbocca alla romana.

Per mangiare bene si può scegliere anche la zona dei Castelli Romani, dove si trova anche Ariccia, località nota per la porchetta. Ed è proprio qui che un piccolo gruppo di turisti (tre persone) si è fermato per un pranzo tipico. Peccato, però, che lo scontrino li abbia lasciati senza parole!

Pranzo ad Ariccia: il costo è inaspettato

Si sa che, spesso, in alcuni locali i turisti sono vittime di “trappole”, con prezzi gonfiati per piatti che spesso non sono all’altezza. Forse questo è il caso anche della turista che poi ha pubblicato lo scontrino sui social per avere un confronto anche con gli altri utenti, per capire il motivo di un prezzo finale che li ha lasciati abbastanza perplessi. Ma andiamo a vedere quello che è successo.

I tre turisti hanno ordinato una degustazioni di Ariccia, due focacce semplici, arrosticini di pecora con contorno insieme a due bicchieri di vino, due bottiglie di acqua naturale, due coppe di Ariccia per concludere il pasto con due caffè. Quanto hanno pagato? Il conto è stato di 125 euro e ha lasciato interdetti i turisti, che alla fine hanno pagato circa 42 euro a testa.

In realtà, se si vedono i prezzi dello scontrino che è stato pubblicato sui social, i prezzi sono in linea con quelli medi dei ristoranti e dei locali della Capitale. Forse i turisti non hanno considerato il costo della degustazione, in tutto 57 euro, che ha finito per incidere sul prezzo finale.