Grazie all’app di TheFork è possibile consultare la classifica, periodicamente aggiornata, dei 100 migliori ristoranti d’Italia, divisi anche per zone geografiche, in base alle località di maggiore interesse per gli utenti. Stando alla classifica aggiornata, il secondo migliore ristorante dove andare a mangiare si trova a Roma: vediamo insieme qual è! 

Quali sono i migliori ristoranti dove mangiare in Italia? Se siete alla ricerca di un locale alternativo, dove si mangia bene e dove si può vivere un’esperienza che va anche al di là dell’aspetto culinario, allora potete consultare regolarmente la Top 100 di The Fork, la famosa applicazione dove si possono trovare ristoranti, recensioni e spunti interessanti se state cercando dove andare a mangiare.

Gli ultimi aggiornamenti dell’applicazione hanno introdotto anche la novità di una classifica “locale” in continuo aggiornamento, con la definizione di una graduatoria dei migliori posti dove mangiare in base alla zona di riferimento dell’utente. Guardando alla nuova classifica, il secondo ristorante migliore d’Italia si trova a Roma: vediamo insieme qual è!

Ristorante migliore di Roma: ecco qual è

Il Lazio è stata la regione con il maggior numero di ristoranti inseriti nella classifica dei migliori 100 in Italia (ben 19 sono quelli che sono entrati nella graduatoria di The Fork), con un locale che si è piazzato addirittura nella seconda posizione. Stiamo parlando del ristorante Sphaeristerium, che gode di una posizione di assoluto favore, essendo in pieno centro accanto alla Fontana di Trevi.

Partendo dalla realizzazione dei piatti tradizionali della cucina romana, questo locale sperimenta anche piatti creativi. Il costo, considerato sia la posizione del locale che le novità del menu, non è per nulla proibitivo, in quanto si attesta sui 25 euro a testa, con la possibilità di usufruire di sconti dedicati attraverso la prenotazione tramite la piattaforma The Fork.

Per quanto riguarda le portate tra cui scegliere, ci sono diverse possibilità sia a base di carne che di pesce: dalle tradizionali mezzemaniche all’amatriciana, passando per il trancio di spigola alla cacciatora, fino ad arrivare al filetto di manzo con la burrata di Andria.