Gli alimenti già pronti – anche se a volte riescono a salvare pranzi e cene – sono spesso ricchi di conservanti e ingredienti per nulla salutarli. In particolare, secondo un nuovo test condotto sulle pizze surgelate, sono pochi i marchi che riescono a “salvarsi”: vediamo insieme come evitare i peggiori e fare la scelta giusta anche per la propria salute. 

Spesso i cibi pronti riescono a salvarci nel caso in cui non abbiamo avuto il tempo necessario per cucinare oppure per fare la spesa. Tra gli alimenti “salva-cena” per eccellenza ci sono sicuramente le pizze surgelate, scelte per il prezzo molto conveniente e per il fatto che garantiscono una resa immediata, essendo pronte in pochi minuti e riuscendo ad accontentare tutta la famiglia.

Quando si parla di alimenti già pronti ovviamente si deve fare attenzione alla salute, perché spesso si tratta di cibi ricchi di conservanti, additivi e grassi, che non fanno assolutamente bene. Stando ad uno dei test condotti ultimamente, si devono assolutamente evitare le pizze surgelate peggiori: vediamo insieme come!

Attenzione alle pizze surgelate

Le pizze surgelate che si possono trovare nelle principali catene di supermercati sono state analizzate tenendo conto di vari parametri, a partire dall’etichetta, dalla qualità degli ingredienti fino ad arrivare a considerare anche la quantità. Qual è stato il risultato? Va notato, innanzitutto, che nonostante la pizza sia un alimento molto semplice, gli ingredienti che vengono aggiunti a quelle surgelate sono moltissimi.

Basta verificare quanto riportato nell’etichetta, infatti, per rendersi conto che tra gli ingredienti delle pizze surgelate sempre più spesso si trovano margarina, grasso di palma, glutine di frumento, correttori di acidità (come fosfati o nitrati di calcio), aromi e coloranti. Il consiglio, quindi, è quello di verificare attentamente quanto viene riportato nell’etichetta, evitando assolutamente quelle in cui la lista degli ingredienti sembra eccessivamente lunga e facendo attenzione a quali vengono citati.