Una recente indagine, condotta dall’Istituto Piepoli, ha messo in evidenza un dato allarmante per uno dei prodotti italiani più noti, ovvero l’olio extravergine di oliva. A causa del prezzo sempre più elevato, sembrerebbe che i consumatori stiano facendo sempre più fatica ad acquistarlo. La scelta più frequente è quella della rinuncia. 

L’olio extravergine di oliva di origine italiana è famoso in tutto il mondo, ma un dato allarmante arriva proprio con riferimento al consumo di questo prodotto nel nostro paese. Un’indagine condotta dall’Istituto Piepoli, infatti, ha messo in evidenza che un consumatore italiano su tre rinuncia sempre più spesso all’acquisto di olio extravergine di oliva in bottiglia.

Il motivo? Nulla da dire sulla qualità del prodotto, che rimane una delle eccellenze italiane. Il problema principale riguarda invece il prezzo, che è passato in poco tempo dai 4 euro ai 9 euro a bottiglia. Un fattore che ha inciso in modo determinante sulle abitudini di consumo degli italiani.

Gli italiani rinunciano all’olio?

Il prezzo dell’olio è aumentato drasticamente a causa di una crisi climatica che ha comportato la diminuzione della produzione dell’olio d’oliva a livello mondiale. Anche in Italia, quindi, il prezzo a bottiglia è aumentato notevolmente, e gli italiani hanno deciso di ridurre il consumo di un prodotto che incide fin troppo sul totale della spesa alimentare.

Stando all’indagine, il 30% dei consumatori italiani ha ammesso di aver cambiato le abitudini di acquisto, in alcuni casi anche dichiarando di aver dimezzato il consumo del prodotto, proprio a causa del prezzo elevato. Non solo, all’olio extravergine di oliva sembra essere subentrato un concorrente inaspettato, ovvero l’olio di semi.

Conseguentemente alla diminuzione del consumo di olio extravergine d’oliva, infatti, è aumentato l’acquisto dell’olio di semi, che per il 45% dei consumatori intervistati rappresenta una valida alternativa: essendo molto più economico, viene utilizzato sempre di più per cucinare, ma diversi consumatori lo prediligono anche per il condimento.