Se siete appassionati di cucina sicuramente avrete sentito parlare della tecnica dell’olio cottura. Si tratta di un particolare tipo di cottura che può essere utilizzato per diversi alimenti, ma qual è il modo migliore per metterlo in pratica? Vediamo insieme i consigli degli chef per una tecnica molto conosciuta ma spesso applicata in modo sbagliato.

Una particolare tecnica di cottura è quella dell‘oliocottura, l’avete mai provata? Sicuramente se vi piace cucinare e se siete appassionati dei metodi più utilizzati dagli chef, ne avrete sentito parlare. Si tratta di un immergere gli ingredienti o gli alimenti da cuocere interamente nell’olio extra-vergine di oliva, già riscaldato ma non ancora bollente.

Carne, pesce e verdura possono essere cotti in questo modo. Anzi, l’olio cottura viene consigliata nel caso in cui si vogliano preservare completamente sapori e proprietà nutritive degli alimenti, poiché consente di mantenere i succhi dei vari cibi, favorisce la digestione. Come realizzare questa particolare tecnica di cottura senza sbagliare? Vediamo insieme cosa consigliano gli chef.

Olio cottura: il metodo perfetto

Assicuratevi, innanzitutto, di avere in casa una padella molto capiente e un termometro da cucina, oltre ovviamente all’olio extra-vergine di oliva, senza il quale non è possibile procedere con questo “esperimento”. Come anticipato, per poter cuocere con questo metodo, sarà necessario inserire il cibo interamente nell’olio, facendo attenzione alla temperatura: solo quando l’olio sarà tra i 40 e gli 80 gradi, infatti, sarà pronto.

Fondamentale, affinché la cottura riesca nel modo giusto, è controllare ripetutamente che la temperatura dell’olio non cambi ma rimanga costante. Per far sì che questo accada sarà sufficiente tenere la fiamma bassa, in modo che l’olio non si scaldi eccessivamente.

Per quanto riguarda gli ingredienti da cuocere, non dovete assolutamente passarli in una pastella, ma semplicemente prepararli e condirli esattamente come fareste per qualsiasi altro tipo di cottura. Eventualmente, nel caso in cui vi dia fastidio il contatto diretto tra il cibo e l’olio, potrete inserire gli alimenti in alcuni sacchetti sottovuoto.