Nel corso dell’ultima puntata di Masterchef Italia, andata in onda lo scorso giovedì 8 febbraio, ai concorrenti è stato chiesto di preparare dei piatti a base di ingredienti innovativi e plant based. Niccolò con il suo piatti esalta i sapori della tradizione: ecco che cos’ha preparato il giovane concorrente.

Alla finale di Masterchef Italia manca ormai poco, e i concorrenti rimasti in gara si devono impegnare al massimo per riuscire a stupire i loro esigenti giudici. Così nel corso dell’ultima puntata, trasmessa come sempre su Sky alle 21,15 di giovedì sera, i concorrenti si sono dovuti destreggiare con gli “ingredienti del futuro”.

Ingredienti vegetali che segnano una svolta green nella cucina e che presto sono destinati anche a fondersi con la cucina tradizionale, segnando una svolta più sana ed ecologica nella nostra cucina. I giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli al tema della sostenibilità in tavola ci tengono molto, e la sfida è decisiva.

Ospiti della puntata sono stati anche gli chef Chiara Pavan e Riccardo Gaspari, entrambi 1 stella Michelin e 1 stella verde Michelin, dei veri esempi per i nostri concorrenti. Ma qual è il piatto che ha sfolgorato i giudici? Vediamolo insieme.

Masterchef Italia: ecco i piatti vincenti della puntata di giovedì scorso

La puntata ha costato il grembiule bianco a Settimino e Deborah. A distinguersi è però sicuramente il giovane Niccolò, che prima serve il suo Faked pulled pork  (farinata di ceci con straccetti di carne vegetale, funghi alla curcuma e alga croccante su ricotta di mandorla) nel corso della Mistery Box, e poi stupisce anche all’Invention Test.

I concorrenti devono creare un piatto usando aglio nero della Korea, aglio rosa di Nicastro e aglione della Val di Chiana, più 10 ingredienti a scelta. E anche in questa prova si distingue Niccolò che serve cozze e pomodori confit su crema all’aglio nero e crema di ceci, aglio rosa e lime. L’aspirante chef spiega che ha voluto “onorare la mia terra, Marina di Ravenna, famosa proprio per la cozza”.

Una mossa vincente quella di puntare su una tradizione locale, che i giudici di Masterchef Italia hanno davvero premiato e apprezzato. Bravo Niccolò!