L’ultima puntata di Masterchef Italia è stata interamente dedicata al mondo della cucina green, e così i concorrenti hanno dovuto mettersi alla prova con ricette con ingredienti totalmente ecosostenibili. Cosa ne sarà venuto fuori, e chi avrà avuto la meglio sugli altri? Scopriamolo insieme.

L’ultima puntata di Masterchef è andata in onda giovedì 8 febbraio, ed è stata una puntata davvero tosta, che è iniziata con la metafora degli scacchi lanciata dal giudice Bruno Barbieri:

I pedoni non possono andare indietro. Come voi che, comunque cercando di eliminare gli altri, dovete sempre andare avanti.

Si comincia con una Golden Mystery Box: chi vincerà potrà anche saltare l‘Invention Test. Questa mystery box contiene soltanto ingredienti plant-based: una bistecca vegetale a base di legumi e cereali, stampata in 3D; il lievito alimentare, che va a  sostituire il formaggio grattugiato; l’olio di cocco al posto del burro; i funghi Pleorotus; l’alga dulse, che da cotta assomiglia un po’ alla pancetta; la foglia ostrica, ; il latte di patate; l’acqua faba; la farina di ceci per sostituire le uova; la ricotta di mandorle… insomma tutti prodotti che mirano ad eliminare i prodotti animali dalla tavola.

A terminare per primo è Antonio, che serve ai giudici il suo piatto “Semplicità di un fungo” (funghi piastrati all’olio di cocco con alga in vinaigrette, su julienne di foglie d’ostrica e brodo vegetale con acquafaba e latte di patata).

Masterchef punta agli ingredienti vegetali: ecco le ricette dell’ultima puntata

Tocca poi a Sara che presenta un piatto che si chiama Normalità Alternativa:

Penso che la mia normalità sia il mio modo di essere alternativa. Soprattutto in una società che ti spinge a essere qualcosa di super eccentrico e strabiliante.

Tocca poi a Eleonora che presenta un Filetto alla Veg-Linton, piatto che conquista subito i giudici, ma anche Sara e Antonio ottengono il loro posto sicuro in balconata. I tre sono salvi e possono rilassarsi. È il momento dell’Invention Test, stavolta a base di aglio, un ingrediente che Cannavacciuolo definisce “pungente ma anche delicato, a tratti fruttato e anche un po’ piccante”.

La prova costa cara a Settimino, che è costretto a togliersi il grembiule. Il concorrente non solo usa troppo aglio, ma lo lascia crudo, errore che i giudici di Masterchef non gli perdonano. Arriviamo poi all’ultimo Skill Test della stagione, nel quale Deborah serve il suo piatto “Tutto quello che ho”, ma purtroppo le costa il grembiule bianco.