Sui social si sta diffondendo una vera e propria polemica che riguarda alcuni prodotti, venduti nei supermercati, che hanno il logo di una rana. Che cosa significa questo simbolo apposto sulle confezioni? Sono stati realizzati con farina di insetto oppure all’interno è possibile trovare proprio carne di rana? Vediamo insieme qual è la verità dietro questo simbolo! 

La farina di insetti è stata inserita come ingrediente in diversi alimenti, anche di marche molto famose, come Lavazza o Ferrero? Questa è la domanda che da qualche giorno sta circolando sui social, in particolare su X e su Facebook, ma come si è arrivati a formulare questa teoria? Tutto è partito da un simbolo che è raffigurato sulle confezioni di alcuni prodotti e che ha dato spazio a diverse interpretazioni.

Tra i prodotti che hanno dato avvio a questa tesi c’è il Nesquik, dove è apparso il logo che riporta una rana. Alcuni consumatori, secondo quanto riportato sui social, hanno pensato che la presenza di questo logo significasse che il marchio aveva aderito all’utilizzo di farina di insetti. Ma è davvero così? In realtà la spiegazione è molto più semplice rispetto a quello che si potrebbe pensare.

Farina di insetti nei prodotti: c’è davvero?

In realtà questo logo della rana, che ha fatto tanto scalpore sui social, non è apparso di recente, anzi, si tratta di un simbolo che è stato apposto su determinati prodotti fin dal 2013. Niente a che vedere, quindi, con la farina di insetti che è stata approvata solo di recente in Europa e che quindi non poteva essere collegata a quell’immagine.

Il logo, infatti, fa riferimento alla Rainforest Alliance, certificazione che viene ottenuta da quei marchi che hanno dimostrato di rispettare determinati standard in materia di sostenibilità ambientale e sociale, con riferimento anche alle condizioni dei lavoratori delle zone agricole oppure ad iniziative volte a tutelare la biodiversità e a contrastare la crisi climatica.

Si può quindi dire che la notizia della presenza di farina di insetti su questi prodotti sia proprio una fake news!