In occasione degli Europei 2024 in Germania, la Nazionale Italiana di calcio avrà un’arma segreta in cucina: lo chef Alessandro Circiello. Grazie alla collaborazione con la Regione Lazio e Arsial, Circiello porterà il meglio della cucina laziale ai tifosi e alla squadra, con piatti rivisitati all’insegna della tradizione e della salute.

Euro2024 è finalmente iniziato e i riflettori sono puntati sulla Nazionale Italiana di calcio, che sta affrontando questa avventura in Germania con grande entusiasmo. Ma c’è un’altra figura chiave che accompagnerà gli Azzurri in questo torneo: lo chef televisivo Alessandro Circiello. Famoso per le sue apparizioni su Rai, dove promuove una cucina sana e corretta, Circiello avrà il compito di deliziare il palato dei calciatori e dei tifosi con piatti ispirati alla tradizione culinaria laziale.

Alessandro Circiello: lo chef degli Azzurri

sdr

Alessandro Circiello, noto per la sua esperienza e il suo impegno nella promozione di una dieta equilibrata, è stato scelto per rappresentare l’eccellenza della cucina italiana a Euro2024. Grazie al supporto della Regione Lazio e dell’Arsial, Circiello preparerà piatti che celebrano la ricca tradizione culinaria laziale, adattandoli con un tocco moderno e salutare.

Tra le sue creazioni per questo evento, spicca una versione innovativa della “cacio e pepe”, un classico romano. Circiello ha aggiunto fiori di zucca appena scottati per preservarne le vitamine e il sapore, creando un connubio perfetto tra tradizione e modernità. Un altro piatto protagonista è la “pasta alla checca”, preparata con pomodoro fresco crudo, noto per il suo alto contenuto di sali minerali e licopene, accompagnato dalla deliziosa mozzarella dell’Agro Pontino e profumato basilico fresco. Questi ingredienti, tipici del territorio laziale, sono scelti per le loro qualità nutrizionali e per rappresentare al meglio la biodiversità agroalimentare italiana.

La presenza di Circiello a Euro2024 non è solo una celebrazione della cucina laziale, ma un modo per mostrare al mondo intero l’eccellenza e la varietà della cucina italiana. I suoi piatti non solo forniranno nutrimento ai calciatori, ma racconteranno anche la storia e la cultura del nostro Paese, aggiungendo un ulteriore motivo di orgoglio per i tifosi italiani.