Lorenzo Biagiarelli, noto compagno della giornalista Selvaggia Lucarelli, da qualche tempo ormai è una presenza fissa a “E’ sempre mezzogiorno”, programma di cucina in onda su Rai Uno e condotto da Antonella Clerici, ma nelle ultime ore è stato assente per un fatto di cronaca: ecco cos’è successo.

L’assenza di Lorenzo Biagiarelli a E’ sempre mezzogiorno non è certo passata inosservata. Il compagno della giornalista Selvaggia Lucarelli è ormai una presenza fissa nello show condotto da Antonella Clerici su Rai Uno. Per questo la sua assenza ha subito destato qualche domanda nel pubblico del noto programma di cucina.

Ma subito è stata la presentatrice del programma, Antonella Clerici, a fare chiarezza sul fatto, spiegando che l’assenza di Biagiarelli è legata a un fatto di cronaca che in questi giorni ha riempito i quotidiani italiani:

Non c’è Lorenzo. Come sapete è stato coinvolto in questo fatto di cronaca di cui parlano tutti, quindi in questo momento ha deciso di stare a casa. Sarà con noi nei prossimi giorni

La Clerici sta facendo riferimento al caso mediatico che coinvolge Giovanna Pedretti, la ristoratrice di Lodi che si sarebbe tolta la vita a seguito di alcune polemiche sul suo locale scoppiate su internet. La presentatrice di E’ sempre mezzogiorno ha comunque deciso di non sbilanciarsi in nessun modo restando vaga sulla questione.

Antonella Clerici in imbarazzo: ecco che cos’è successo a “E’ sempre mezzogiorno”

Intanto Lorenzo Biagiarelli che aveva indicato come “fake” la recensione diffusa dalla ristoratrice è sparito dai social da qualche giorno, aggiungendo solo:

Mi dispiace moltissimo delle morte della signora Giovanna e il mio pensiero va alla sua famiglia. (Invito a, ndr) a riflettere sulle conseguenze del tentativo “di ristabilire la verità”.

Attualmente le indagini sul caso sono in corso da parte della Procura di Lodi nel tentativo di fare luce sulla morte di Giovanna Pedretti, la quale aveva postato sul profilo Facebook del suo ristorante lo screenshot di uno scambio di battute con un cliente che avrebbe recensito negativamente il locale perchè seduto accanto a degli omosessuali e una persona diversamente abile. Sulla vicenda ci sono dettagli ancora da chiarire.