La puntata andata in onda oggi su Rai 1 non è stata semplice per Antonella Clerici. Nonostante la voglia di portare il sorriso al pubblico che segue quotidianamente “E’ sempre Mezzogiorno”, c’è stato un momento di forte commozione per quello che era stato appena vissuto. Vediamo insieme che cosa ha detto la conduttrice, che non è riuscita a trattenere le lacrime. 

Giornata complicata per Antonella Clerici, con l’avvio di “E’ sempre Mezzogiorno” appena dopo la trasmissione in diretta dei funerali di Giulia Cecchettin. Come anticipato dalla programmazione, Antonella Clerici, così come altre trasmissioni previste per questo orario, hanno dovuto spostare la diretta per lasciare spazio alla commozione dell’intero paese per quanto accaduto a Giulia Cecchettin.

Iniziare la puntata di oggi appena dopo i funerali, però, non è stato affatto semplice e Antonella Clerici non ha saputo trattenere lacrime di commozione.

Antonella Clerici commossa in diretta

E’ sempre Mezzogiorno è un programma che lascia spazio al divertimento, alla leggerezza, oltre che alla preparazione di piatti semplici, che ciascuno può replicare anche da casa. Il sorriso è uno degli elementi che contraddistinguono la trasmissione, anche se oggi è stato molto complicato iniziare con la leggerezza tipica di chi vuole semplicemente portare il buonumore.

Antonella Clerici, infatti, è apparsa visibilmente commossa e toccata dai funerali di Giulia Cecchettin, per i quali è stata disposta la diretta nazionale. La conduttrice di E’ sempre Mezzogiorno ha ammesso di trovarsi in difficoltà: “Pensare all’intrattenimento non è facile, né per voi che ascoltate, né per me che sono qui”.

La conduttrice di E’ sempre Mezzogiorno, poi, ha voluto rivolgere alcune parole alla famiglia della ragazza e in generale ha voluto parlare della situazione prima di tornare a dare un po’ di leggerezza al pubblico a casa:

Di parole ne sono già state dette tante, belle sicuramente quelle del papà di Giulia che ha citato Gibran e ha parlato di imparare a danzare sotto la pioggia. Ha parlato anche di fiducia nelle nuove generazioni. Io ne ho tanta perché dopo il buio ci sarà la luce e, come ha detto il Vescovo di Padova, dopo il dolore ci deve essere l’impegno.