Il digiuno intermettente – un metodo alternativo per perdere peso che è diventato sempre più famoso negli ultimi anni – trova una ferrea sostenitrice nella biologa Antonella Viola, che ha raccontato la sua esperienza mettendo in evidenza quelli che sono i risultati ottenuti e i vantaggi che sono garantiti nel caso in cui si decida di seguire una dieta basata sul digiuno intermittente.

Dopo le feste, dove sicuramente il cibo non sarà mancato, potrebbe essere il momento giusto per mettersi a dieta, cominciando l’anno magari con il buon proposito di mettersi finalmente in forma. Negli ultimi anni è diventato sempre più famoso, anche grazie alle esperienze che sono state condivise sul web, il metodo del digiuno intermittente, che ha trovato una sostenitrice nella biologa Antonella Viola, intervistata dal Corriere della Sera.

Prima di tutto, però, scopriamo insieme che cos’è il digiuno intermittente e come funziona.

Digiuno intermettente: i vantaggi secondo Antonella Viola

Il digiuno intermittente è un metodo per perdere peso che sfrutta, come si può capire anche dal nome, una “riduzione temporale” dell’alimentazione. Ciò significa che, chi segue questo metodo, può mangiare nel periodo di tempo di 8 ore, mentre per le successive 16 (prendendo come riferimento l’intera giornata) potrà solo bere acqua oppure bevande a patto che non siano zuccherate.

Secondo Antonella Viola il digiuno intermittente non richiede un grande sacrificio, in quanto dopo un breve periodo di adattamento, la formula diventa un’abitudine abbastanza semplice da seguire, ma il fatto di ridurre le ore in cui si assume cibo ha un vantaggio importante, come spiegato dalla biologa:

Ci vengono risparmiate molto ore di digestione. Si riducono piccoli elementi malfunzionanti; l’infiammazione che è alla base di molte malattie, tumori compresi. Si riduce il ritmo circadiano, cioè la regolazione sonno-veglia, viene assecondato. Noi siamo animali diurni, sfruttiamo al meglio la nostra energia al mattino per cui ci appesantiamo, o ingrassiamo, se mangiamo la sera tardi.

Tutti elementi che con il digiuno a intermittenza verrebbero superati. Parlando poi della sua esperienza personale, Antonella Viola ha raccontato di aver iniziato a seguire questo metodo dopo il lockdown, perdendo in breve tempo quei 10 chili in più che aveva accumulato a causa della quarantena: “E non li ho più ripresi”, ha assicurato.