Avete sentito parlare di Chef Ruffi, uno dei fenomeni social legati proprio al mondo della cucina? Gli appassionati di ricette sicuramente sapranno di chi stiamo parlando: con oltre 500mila followers si è conquistato una notorietà senza pari, anche se nessuno sa chi si celi dietro la “maschera”. Scopriamo qualcosa in più su questo fenomeno del web, che si autodefinisce uno dei migliori chef del pianeta. 

Ha sdoganato l’utilizzo della panna in cucina, del dado, dei surgelati e dei cibi pre-cotti, attirandosi critiche e insulti, ma lui non si dà per vinto e annuncia la prossima apertura di un locale a Milano. Si chiama Chef Ruffi, e conta più di 500mila followers sui social, ma nessuno sa davvero chi sia, perché appare sempre mascherato, con il volto coperto e inquadra principalmente le sue mani con indosso dei guanti blu, durante la preparazione di piatti.

Si presenta come lo chef più famoso d’Italia e ritiene di essere considerato, anche dai colleghi, uno degli chef più importanti del mondo, nonostante il clima sui social non sia sempre favorevole, anzi!

Chef Ruffi “insegna” la cucina

Chef Ruffi, intervistato di recente, ha spiegato come è nato il suo nome e, di conseguenza, anche la sua idea di cucina, che gli ha regalato la notorietà sui social:

Ruffi, o cucina ruffiana, è una parola che andrebbe messa nel vocabolario. Come la senti ti viene in mente la cucina, le ricette, qualcosa associato al cibo. Ruffi insegna in modo speciale le tecniche, ricette e altri ingredienti che alcuni non sapevano nemmeno che esistessero, anche se li mangiano tutti i giorni. Tipo il glutammato del dado, che adesso guai a mangiarlo. O ricette come la carbonara: da quando c’è Ruffi è rinata. Ora è scoppiata la carbonara-mania. Ruffi qualche cosa la insegna.

Parlando degli haters, Chef Ruffi ha sottolineato come spesso sono proprio le persone che criticano quelle che poi chiedono una foto. Ed è proprio per la grande popolarità che lo Chef ha deciso di tenere nascosta la propria identità, celandosi dietro una maschera: “Quando mi svelerò, e sarà presto, diventerò un volto virale”.

Per il momento in programma c’è l’apertura di un ristorante a Milano, dove non mancheranno i piatti tipici della cucina italiana, la pizza e piatti cinesi, perché è proprio la Cina il territorio che ha influenzato maggiormente la cucina di Chef Ruffi.