Nelle ultime ore il celebre chef Carlo Cracco, uno degli ex giudici di MasterChef più temuti in assoluto, ha rilasciato al Corriere delle Sera una lunga intervista, nella quale ha parlato del suo rapporto con il noto programma tv. Ma le parole dello chef sono state tutt’altro che positive: ecco cos’ha dichiarato.

Carlo Cracco a Masterchef ha preso parte in qualità di giudice dal 2011 al 2017. Per i concorrenti la sua presenza è stata un vero scoglio da affrontare: lo chef è infatti molto noto per la sua intransigenza, che lo ha reso uno dei giudici più temuti del programma tv. In seguito Cracco ha preso parte anche a un altro celebre programma di cucina, Hell’s Kitchen Italia, ma ora per un po’ sembra aver abbandonato il mondo dei programmi culinari televisivi.

Il suo addio dalla tv è stato a dir poco clamoroso, tanti che i colleghi nella prima edizione dopo averlo salutato avevano inscenato una sorta di funerale. Al Corriere della Sera ha parlato di quell’avvenimento, affermando:

L’ho trovato un po’ kitsch, di cattivo gusto. Anche perché non si è mai fatta una cosa del genere in televisione. Al Festival di Sanremo non ho mai visto fare il funerale al conduttore precedente. Però è anche vero che la televisione per fare audience è disposta a tutto: a vendere la mamma, la nonna, la suocera, la nuora e a vendere la pelle dell’orso ancora prima di averla cacciata. E quindi anche a fare il funerale a Cracco.

Carlo Cracco torna a parlare della sua esperienza in tv: parole al veleno

Nel corso della sua partecipazione a Masterchef Carlo Cracco non ha mai nascosto quale fosse il suo vero obiettivo, che ha definito come “diffondere la cultura del cibo”. Per lo chef il cibo è arte, cura, passione e dedizione, e merita dunque il giusto lavoro, il giusto impegno, ma anche di palati educati a coglierne la portata.

Di recente lo chef è stato intervistato da un’altra grossa rivista, FanPage, che ha deciso di chiedergli perchè avesse deciso di abbandonare il mondo degli show televisivi, dato che proprio lui era stato uno dei primi a diffondere questo genere di cultura televisiva nel nostro paese. Le parole di Carlo Cracco a riguardo hanno lasciato tutti sbalorditi, lo chef non si è infatti trattenuto e ha rivelato senza filtri i suoi pensieri a riguardo:

Sì, poi sono stato anche il primo ad andarsene. È tutto bello, una volta, due volte, tre volte… poi che due cog****i!