Avete mai pensato di sostituire il caffè con quello a base di orzo? Si tratta di una bevanda a cui sono riconosciute importanti proprietà benefiche. La preparazione è molto semplice, ideale per le vostre colazioni, e può portare molti vantaggi all’organismo. Andiamo però a vedere anche la controindicazioni che ci possono essere nell’assunzione di caffè d’orzo! 

Avete mai provato il caffè d’orzo? Si tratta di una bevanda abbastanza comune, spesso sostituita, in particolar modo per la colazione, al caffè normale. Ci sono molti vantaggi per l’organismo nel caso in cui si decida di fare colazione normalmente con il caffè d’orzo, ma bisogna anche stare attenti ad alcune controindicazioni che potrebbero esserci.

Il caffè d’orzo è disponibile sia nella versione solubile, da preparare comodamente con l’aggiunta di latte caldo (per un cappuccino più leggero rispetto a quello normale) oppure con l’aggiunta di acqua bollente se volete gustarvi il sapore del caffè d’orzo. In alternativa, è possibile anche acquistare l’orzo macinato e tostato che può essere inserito anche nella comune moka da caffè.

Caffè d’orzo: perché sceglierlo?

A differenza del caffè comune, quello d’orzo è privo di caffeina, e per questo ha una serie di vantaggi – dovuti proprio alla mancanza di sostanze eccitanti – che derivano dalla sua assunzione:

  • abbassa i livelli di colesterolo nel sangue;
  • favorisce il funzionamento dell’intestino;
  • contribuisce a tenere alti i livelli di ferro nel sangue (e per questo può essere consigliato a chi soffre di anemia);
  • è ricco di fosforo;
  • ha un’azione anti-infiammatoria.

Indicato anche per chi ha la pressione alta, in quanto non costituisce un alimento che va ad intaccare questo aspetto, il caffè d’orzo è un’ottima bevanda, che può essere utilizzata, come detto in precedenza, anche per sostituire il caffè a cui siamo comunemente abituati. In ogni caso, va sottolineato che possono esserci alcune controindicazioni all’assunzione, in particolare per chi è intollerante al glutine, sostanza contenuta proprio nell’orzo!