Quali sono gli alimenti a cui bisogna fare maggiormente attenzione quando vengono acquistati, in particolar modo al supermercato? Secondo un recente report, tra gli alimenti che presentano un alto tasso di pesticidi, c’è la frutta. Vediamo insieme quali sono i frutti più a rischio e quali sono i fattori a cui bisogna stare attenti nel momento in cui ci troviamo di fronte al banco frutta per fare la scelta. 

Nel momento in cui ci troviamo a dover scegliere, e ad acquistare, il cibo che poi consumiamo quotidianamente, è importante fare attenzione ad alcuni elementi che sono indispensabili per garantire la sicurezza della nostra salute. Per quanto riguarda l’eventuale presenza di pesticidi negli alimenti, un recente studio condotto da Legambiente e Alce Nero denota che è la frutta la categoria di cibo dove ci sono dei dati più allarmanti.

Ovviamente frutta e verdura risultano tra gli alimenti in cui le tracce di pesticidi sono più numerose. Affinché i consumatori abbiano una maggiore consapevolezza e possano fare delle scelte oculate nel momento in cui si trovano ad acquistare la frutta, ecco che è stata stilata anche una classifica dei frutti più “contaminati”.

Frutta e pesticidi: quando fare attenzione

Tra i frutti di uso più comune, le pere risultano tra le più contaminate, vista la presenza di fitofarmaci riscontrata. Il podio è formato poi dalle pesche, che occupano il secondo posto con percentuali alte e le mele. I dati raccontano una situazione simile anche per quello che riguarda i frutti esotici, come banane, kiwi e mango, per cui è necessario tenere sempre alta l’attenzione e privilegiare prodotti dove vengano indicate in maniera chiara provenienza e tipologia di coltivazione.

La contaminazione da pesticidi riguarda anche le verdure. In questo caso sono le insalate ad occupare la prima posizione, seguite poi da ortaggi da foglia e ortaggi da fusto. I consumatori, quindi, devono essere consapevoli che, nella scelta di frutta e verdura, l’attenzione deve essere massima.