A volte accade che un prodotto alimentare inserito in commercio possa risultare dannoso per la salute. Secondo quanto riportato dal Ministero per la Salute, c’è un lotto che è stato ritirato dal mercato perché c’è il rischio di presenze di aflatossina B1. Vediamo insieme l’allarme che è stato diramato e a cosa bisogna fare attenzione. 

Circolare emanata dal Ministero della Salute nelle ultime ore, in cui si specifica che c’è un allarme per la salute in un preciso lotto di un prodotto alimentare. Dagli ultimi controlli che sono stati effettuati sugli alimenti, infatti, è finito nel mirino un lotto di fichi secchi, in cui è stato rilevato il rischio di presenza di aflatossina B1. 

Si tratta di un particolare lotto di fichi secchi giganti che è stato inserito in commercio dal marchio Ventura, per il forte rischio microbiologico che è stato riscontrato nel prodotto. Vediamo nel dettaglio alcune informazioni più precise riguardo quello che è stato dichiarato dal Ministero per la Salute.

Circolare sul rischio microbiologico: i prodotti coinvolti

Dove vengono distribuite – e quindi dove potrebbero essere state acquistate – le confezioni di fichi secchi del marchio Ventura?  Stando alle informazioni pervenute, i prodotti a rischio microbiologico sarebbero stati disponibili presso i punti vendita Gran Mercato, da cui sono stati prontamente ritirati per evitare ulteriori rischi per la salute dei consumatori.

Il lotto che è stato messo sotto osservazione presenta come data di scadenza giugno 2024 e il codice di riferimento con cui si può identificare il prodotto è il seguente: 350020356/2-11-795-23. Nel caso in cui qualcuno abbia già acquistato il prodotto che è stato segnalato come dannoso per la salute è invitato a non consumarlo e a riconsegnarlo al punto vendita in cui è avvenuto l’acquisto.

A cosa sarebbe dovuto il rischio per la salute? La presenza di aflatossina B1 è dovuta ad un fungo, e gli alimenti che possono essere maggiormente a rischio “contaminazione” sono la frutta secca o la frutta a guscio. Questo tipo di tossine sono cancerogene, per cui il Ministero ha scelto di ritirare questo prodotto.