Il “migliore caffè d’Italia”, riconoscimento ottenuto nel 2022 da uno storico bar di Rovigo, interrompe la sua storia. Nico Bregolin, che aveva avuto questo importante premio, ha deciso di cedere la sua attività ad una nuova gestione. Per gli amanti del caffè di Bregolin, però, potrebbe non essere l’ultima occasione: il locale potrebbe riaprire con un altro proprietario. 

Il caffè è sicuramente una delle bevande più amate dagli italiani. Perfetto per cominciare la giornata e trovare la giusta carica per affrontare tutti gli impegni, ottima pausa dopo pranzo per una chiacchierata rilassante con i colleghi e giusto carburante nel caso in cui non si riesca a dormire bene durante la notte, il caffè è indubbiamente un grande classico tra le abitudini degli italiani.

Sapevate, tra l’altro, che si svolgono anche i Campionati Italiani dell’Espresso? Ebbene sì, ci sono bar che si sfidano per il titolo di migliore caffè d’Italia, e nel 2022 questo importante riconoscimento era stato ottenuto dal locale di Nico Bregolin a Rovigo. La sua avventura, però, si è appena interrotta.

Rovigo: chiude il bar con il caffè più buono

La scelta di Bregolin, che ha deciso di cedere il locale ad un altro proprietario, è dettata dall’importante impegno che richiede un’attività come quella del bar. Pur avendo avuto l’onore di preparare il caffè più buono d’Italia, attirando così tanti turisti stranieri e italiani, pronti a gustare il caffè migliore, Bregolin ha confessato di volersi fermare per poter avere più tempo a disposizione:

Una scelta a malincuore, da dieci anni sono da solo a gestire il bar. Trascorro 13-14 ore qui non-stop. Solo il Covid mi ha fermato appena tre giorni.

La sua fama, dovuta in particolar modo al riconoscimento ottenuto come migliore caffè d’Italia, lo ha reso celebre a Rovigo e non solo, conquistando l’affetto dei tanti che lo conoscevano di persona. L’avventura del locale si ferma con Bregolin, ma probabilmente continuerà nelle mani di un altro proprietario, che dovrà cercare di tenere alto il nome del bar!