Quando fate la spesa, oltre a fare attenzione agli alimenti che acquistate, avete anche un occhio di riguardo nella scelta dell’acqua in bottiglia? Sono diversi i componenti che differenziano le marche le une dalle altre e, secondo l’analisi di Altroconsumo, ci sono delle acque migliori di altre!

Bere molta acqua ogni giorno (almeno due litri secondo quanto riportano gli esperti) è una delle sane abitudini che ognuno di noi dovrebbe avere. Ma quali sono le migliori marche di acque che si trovano al supermercato? A prescindere dalla vostra tipologia preferita – minerale, naturale o effervescente – quello che conta è la composizione dell’acqua e cosa viene riportato, in termini di minerali e elementi, in etichetta.

In particolare, i componenti che fanno la differenza sono: il residuo fisso (che permette di distinguere tra acque minerali se è sotto i 50 mg/L, acque oligominerali se è sotto i 500 mg/L e acque ricche di sali minerali oltre i 500 mg/L); il PH e i bicarbonati, la cui presenza in genere viene segnalata in etichetta.

Acque in bottiglia: le migliori

Come anticipato, Altroconsumo ha svolto un test su 79 acque in bottiglia, divise per tipologia, e ha stilato una classifica tenendo conto di diversi fattori: la completezza delle informazioni riportate in etichetta, la presenza di floruri o metalli pesanti, la sostenibilità del packaging e infine il prezzo.

Dopo il test, le acque minerali naturali che si aggiudicano il titolo di migliori sono: Smeraldino, Recoaro (che è la migliore in termini di rapporto qualità/prezzo), San Bernardo, Santa Croce e Eva. Passando poi alle acque effervescenti, cambiano anche le marche migliori: Uliveto, Lete, Sangemini, Grazia e Santagata. 

Infine, per quanto riguarda le acque minerali frizzanti, questa è la classifica, dalla prima marca alla quinta, delle marche migliori secondo l’indagine di Altroconsumo: Boario, Eva, Sorgesana, Rocchetto Brio Blu, San Benedetto.