Prima la partecipazione al programma condotto da Alessandro Borghese, 4 Ristoranti, con la soddisfazione della vittoria contro gli altri sfidanti in gara, e poi la delusione. Il racconto è di una ristoratrice di Verona che, dopo l’esperienza in televisione, si aspettava di poter sfruttare al massimo il successo ma così non è stato. Il motivo? Non riesce a trovare nessuno disposto a farlo… 

Il problema della mancanza di personale nel settore della ristorazione si fa sentire, non è una novità. A raccontare di recente le proprie difficoltà è stata una delle vincitrici della trasmissione condotta da Alessandro Borghese, 4 Ristoranti, dove quattro ristoratori della stessa città si sfidano mettendosi alla prova anche nella preparazione dei piatti tipici della zona, con l’obiettivo di essere eletto come il migliore della città.

Micol Zornella, che è la proprietaria dell’Antica Amelia Bistrot, è riuscita ad ottenere la vittoria nella puntata girata a Verona nel 2022. Situato proprio nel centro storico, il ristorante di Micol aveva conquistato gli avversari e Alessandro Borghese per la cucina raffinata e per la location elegante. Oggi, però, l’attività soffre a causa della mancanza di personale!

4 Ristoranti: dall’euforia alla delusione

Come raccontato proprio da Micol Zornella, con la vittoria di 4 Ristoranti l’entusiasmo era alle stelle e prevedeva un futuro importante per la sua attività, pensando anche ad una possibile espansione a Londra. Poi, però, le cose sono cambiate e la difficoltà di trovare personale ha portato Micol ad una decisione drastica, ovvero quella di chiudere il locale:

La situazione del personale è disastrosa. Tanti professionisti eccezionali hanno mollato. Con le nuove leve ci ho provato, ma è durissima: chi non vuole legarsi i capelli perché “non sto bene con la coda”, chi non vuole lavorare il fine settimana, chi semplicemente non si presenta quando è di turno. Tutto questo si ripercuote sul lavoro e sul servizio che io volevo garantire. Non stavo bene, non mi sentivo felice. Così a fine anno ho congedato il personale e ho chiuso tutto. 

Ora, ecco la nuova idea di Micol, che ha scelto di riaprire una nuova attività con un solo tavolo da 12 persone, dove la chef cucinerà e servirà allo stesso tempo coloro che vorranno vivere questa esperienza. Potrebbe quindi capitare di trovarsi allo stesso tavolo con degli estranei, in un’atmosfera intima e familiare, per degustare i piatti della chef, che in questo nuovo ristorante ha voluto ispirarsi al grande tavolo della nonna.