Qual è uno degli errori più gravi che può commettere un ristoratore italiano? Ce ne sono sicuramente diversi, ma sulla pasta non si può assolutamente sbagliare! Peccato che, durante una delle ultime puntate di 4 Ristoranti, Alessandro Borghese, durante l’ispezione, si sia trovato davanti qualcosa che non avrebbe mai voluto vedere! 

La pasta è sicuramente uno dei piatti tipici della cucina italiana: amata da tutti, turisti compresi, insieme alla pizza è una delle pietanze che più spesso viene collegata all’ambito del gusto e della buona tavola quando si parla d’Italia. Ecco perché uno chef non dovrebbe mai sbagliare quando si tratta di pasta, e lo sa bene anche Alessandro Borghese, che durante una delle ultime puntate di “4 Ristoranti” si è trovato di fronte ad una scena inaspettata.

Nel momento dell’ispezione, quando lo chef si dirige “dietro le quinte” dei ristoranti in gara per valutare la cucina, Alessandro Borghese si è accorto che uno dei ristoratori nascondeva nel frigorifero qualcosa che lo chef non avrebbe mai pensato di vedere!

4 Ristoranti: ispezione da non credere

“Mi apro qualche frigorifero”, ha detto Alessandro Borghese, che non pensava di trovarsi di fronte diverse porzioni di pasta precotta. Il ristoratore, di fronte all’ispezione dello chef, non ha potuto negare ed ha ammesso di aver cucinato la pasta prima e di conservarla in frigo. “La pasta precotta?“, ha chiesto ancora Alessandro Borghese, esterrefatto.

Le vaschette di pasta precotta, impilate l’una sopra all’altra, sono uno stratagemma utilizzato dal ristoratore per poter essere più veloce durante il servizio. “Ma un italiano che fa la pasta precotta?”, ha di nuovo chiesto Alessandro Borghese, non riuscendo a credere ai suoi occhi. Quello che può essere definito come l’ottavo peccato capitale per un ristoratore è stato commentato anche sui social dal pubblico, che ha giustificato in qualche modo il concorrente di “4 Ristoranti“.

Secondo gli utenti dei social, infatti, ormai il 90% dei ristoratori utilizza il sistema della pasta precotta: “E’ normale che in un ristorante stellato non si fa, ma in un ristorante con 70/80 coperti lo fanno tutti”. Lo chef Borghese, quindi, è stato troppo severo?