Nel corso dell’ultima puntata di 4 ristoranti, andata in onda la settimana scorsa a Mantova, a vincere è stato il locale Materia di Giuseppe. Tuttavia un’altra concorrente, Ekla, dopo la puntata ha subito degli episodi molti gravi di attacchi sui social: ecco che cos’è accaduto alla ristoratrice.

L’ultimo episodio della nona stagione di Masterchef ha visto lo chef Alessandro Borghese arrivare a Mantova, città dove come sempre si sono sfidati 4 locali storici della città. A vincere la puntata è stato il locale di Giuseppe Maddalena, “Materia”, premiato per l’attenzione ai piatti innovativi ma rispettosi delle tradizioni locali, e anche la scelta di ottime materie prime.

Ma la puntata ha poi avuto un seguito negativo: una delle ristoratrici in gara, Ekla Vasconi, titolare del ristorante Il Rigoletto, è stata attaccata duramente sui social e ha subito dei pesanti attacchi. La titolare del ristorante mantovano è stata presa di mira dagli haters, e ai microfoni di Adkronos ha spiegato:

Da giorni non chiudo occhio. Sono una persona molto sincera e anche in puntata ho espresso le mie opinioni senza filtri e sono risultata ‘cattiva’. Non ho però offeso nessuno. Mi sono ritrovata a giudicare un gioco e ammetto di non essere stata diplomatica.

4 ristoranti fa tappa a Mantova, ma sui social è pioggia di critiche dopo la puntata

Giuseppe Maddalena è il vincitore della puntata del programma di Alessandro Borghese, nonché titolare del ristorante Materiaprima e dell’Osteria alla Fragoletta, a Mantova. Il ristoratore descrive l’esperienza nel programma tv:

Un’esperienza molto bella e gratificante che non ci saremmo aspettati di di poter vivere.

Ma soprattutto, al Corriere della Sera spiega che questa pressione gli sembra decisamente esagerata, e chiede che tali atteggiamenti di critica sui social vengano limitati:

Ciascuno di noi nel corso delle registrazioni, ha potuto comportarsi a proprio piacimento. Non ci è stato chiesto di recitare un ruolo e nemmeno la nostra collega lo ha recitato. Per dirla in altre parole, ognuno ha tenuto l’atteggiamento che riteneva più opportuno. L’atteggiamento della nostra collega in alcuni casi non è stato particolarmente simpatico, ma ora è stato abbondantemente superato il limite: insultare, diffamare e minacciare, non solo sui social ma anche dal vivo, per l’atteggiamento tenuto durante quello che alla fine era un gioco, è un comportamento da censurare. Per questo motivo ci siamo esposti. Basta con questa gogna.