Frutta e verdura non devono mai mancare nella nostra dieta quotidiana, ed è per questo che si tratta di due alimenti molto utilizzati in cucina. Ovviamente, prima di utilizzarli, è sempre bene lavarli per evitare il contatto con sostanze nocive: vediamo insieme cosa bisogna fare per non perdere i nutrienti!

Una dieta sana prevede, quotidianamente, il consumo di frutta e verdura, ancora meglio se di stagione. Ecco perché in cucina si consiglia sempre di avere una buona quantità di frutta e verdura, necessari sia per i grandi che per i più piccoli. Bisogna però fare attenzione alla possibile presenza di pesticidi e sostanze nocive sulla superficie di questi cibi.

Il primo consiglio da seguire, quindi, riguarda il lavaggio di frutta e verdura sempre prima del consumo. Ma qual è il modo migliore per essere sicuri di eliminare le tracce delle sostanze nocive preservando comunque le vitamine e le sostanze nutritive di frutta e verdura? Vediamo insieme alcuni metodi che possono fare al caso vostro in cucina!

Frutta e verdura: fatelo sempre in cucina

Il metodo più comune è quello di lavare frutta e verdura sotto il getto dell’acqua corrente: un modo sicuramente funzionale per eliminare le tracce di sostanze che rimangono sulla superficie. In alternativa, però, si possono utilizzare anche altri metodi.

Il primo prevede di creare una soluzione con aceto e acqua (in rapporto di due a uno) e lasciare a bagno, in una ciotola, frutta e verdura per almeno 15 minuti. In alternativa potrete utilizzare anche il bicarbonato. Anche in questo caso dovete procedere alla preparazione di una soluzione in cui verranno poi immersi frutta e verdura: un cucchiaino di bicarbonato sarà abbastanza per un litro d’acqua.

Per ultimo, si può utilizzare anche l’amuchina per disinfettare frutta e verdura. Qualsiasi sia la soluzione scelta, prima di consumare gli alimenti dovrete risciacquare sotto il getto dell’acqua corrente.