I fiori di zucca sono un ingrediente delicato, in grado di dare ai vostri piatti un tocco in più molto apprezzato. Oltre a essere davvero gustosi sono anche ricchi di proprietà nutrizionali molto positive: in questo articolo vediamo la loro composizione e qualche consiglio per usarli al meglio in cucina.

C’è chi li ama e chi non può farne a meno: i fiori di zucca sono una vera prelibatezza in grado di regalare ai nostri piatti un tocco in più, sia a livello di gusto che a livello estetico, con i loro caratteristici colori verde e giallo. Ma hanno anche numerose proprietà nutrizionali benefiche: scopriamole insieme!

I fiori di zucca sono davvero light, in quanto composti al 90% da acqua che ovviamente non contiene calorie, con un effetto drenante e sgonfiante. Inoltre sono ricchi di vitamina A e di ferro. Possono essere mangiati sia crudi che cotti, in diversi modi che li rendono facili da digerire. Contengono anche i carotenoidi, con un forte potere antiossidante e antitumorale.

Vediamo insieme i valori nutrizionali dei fiori di zucca per 100 grammi di porzione:
– Calorie 15-20 kcal
– Proteine 2-3 g
– Carboidrati 2-3 g
– Fibre 1-2 g
– Grassi 0-1 g
– Vitamina A fino a 20% del fabbisogno giornaliero
– Vitamina C fino al 10% del fabbisogno giornaliero
– Potassio 150-200 mg
– Calcio 20-30 mg
– Ferro 0,5-1 mg

Fiori di zucca: ecco tutte le proprietà nutrizionali di questo ingrediente

Ma come lavare e pulire i fiori di zucca? Per prepararli è necessario lavarli in acqua fredda ma senza lasciarli a mollo. Bisogna poi recidere il gambo, aprire la corolla e rimuovere il pistillo interno, poiché presenta un forte sapore amaro poco apprezzato.

Una delle classiche ricette con cui gustare i fiori di zucca è friggendoli, spesso ripieni di mozzarella e alici e ricoperta da pastella croccante. Tuttavia si possono anche usare come ingrediente in altre ricette, per esempio cuocendoli al forno con altre verdure oppure inserirli in una frittata o come condimento per la pasta o i risotti.

Inoltre per chi è a dieta è possibile anche mangiarli crudi se lavati con cura, inserendoli in insalate miste con verdure stagionali. Infine potete usarli per decorare i vostri piatti a piacimento.