Il sale è usato dall’uomo da sempre per conservare e insaporire i cibi, tuttavia al giorno d’oggi molti cibi lo contengono senza che ce ne rendiamo conto. Da qui deriva un grave problema: molte persone ne consumano in eccesso, con gravi problemi per la salute. Ma quando è necessario toglierlo del tutto? 

C’è chi sostiene che non potrebbe mai rinunciarvi, e chi invece lo demonizza, ma una cosa è certa: il sale insaporisce i nostri piatti e farne a meno non è sempre possibile. Tuttavia purtroppo in alcuni casi non c’è scelta: eliminare il sale dalla propria dieta diventa obbligatorio. Con il termine “dieta iposodica” intendiamo proprio quel regime alimentare in cui non è possibile assumere più di 1 grammo al giorno di sale. Ma chi la deve seguire?

Questa dieta è particolarmente indicata per contrastare l’ipertensione arteriosa, e in generale per tutte le patologie che riguardano il sistema cardiovascolare. Può essere anche indicata per chi è eccessivamente in sovrappeso o obeso, o in caso di malattie a carico del sistema di fegato e reni.

In questo regime alimentare non si limita solo il sale in quanto condimento, ma devono essere scelti proprio dei cibi a basso contenuto di sodio. Oltre ai cibi industriali, alcuni alimenti hanno anche per loro stessa natura una concentrazione elevata di sodio.

Dieta a basso contenuto di sodio: per chi è indicata e cosa mangiare

Tra i cibi assolutamente da eliminare in caso di dieta iposodica troviamo il sale ed il dado da brodo, gli alimenti sott’aceto, ovviamente tutti i junk-food ed evitare gli alimenti conservati preferendo invece quelli freschi; anche pasta e pane vanno sostituiti con cereali e legumi interi ed integrali.

Per quanto riguarda la carne preferite invece il pesce azzurro, ricco di omega 3, prediligere nella cottura l‘olio extravergine di oliva. Occhio anche a quello che si beve: i caffè, gli energy drink, le bevande cola, il cioccolato e il tè fermentato sono bandate, e anche l’alcol è sconsigliato. 

In generale se si soffre delle patologie sopra indicate è bene seguire questa dieta ma anche abbinarvi uno stile di vita sano, attivo, favorendo l‘attività fisica e limitando il fumo e lo stress.