Strangozzi verdi curiosi


Festeggiamo Halloween, ma senza dimenticare la nostra tradizione culinaria

Strangozzi verdi curiosi
0
(0)

Ricetta di Natalia Cattelani

Una gustosa ricetta “da paura”, con occhi curiosi che spuntano dal piatto. Questo primo di pasta è uno spunto per arricchire, senza mai tralasciare, il gusto e le tradizioni della nostra cucina, anche in occasione di ricorrenze di moda come il menu di Halloween. Gli strangozzi, che sono poi i classici umbricelli perugini, sono un formato di pasta lunga quadrata. Di tradizione contadina, questa pasta si impasta senza sale come antichissima ricetta umile contadina. Noi l'abbiamo riproposta in chiave scherzosa per festeggiare Halloween mantenendo stretta e viva la nostra cultura gastronomica. 


Ingredienti per
4 Persone

Pronto in
1 h 40 min

Difficoltà
Media

Preparazione
1 h 30 min

Cottura
10 min

Strangozzi verdi curiosi - Ingredienti

Farina 0
150 grammi - Per gli strangozzi

Farina di semola
150 grammi rimacinata più q.b. per rifinire - Per gli strangozzi

Acqua naturale
150-160 grammi - Per gli strangozzi

Spinaci
200 grammi gia cotti e strizzati - Per il condimento

Aglio
1 spicchio - Per il condimento

Speck
80 grammi a striscette - Per il condimento

Pecorino
60 grammi g rattugiato - Per il condimento

Pepe nero
q.b. - Per il condimento

Mandorle
2 cucchiai a filetti - Per il condimento

Robiola
100 grammi - Per il condimento

Olive nere
q.b - Per il condimento

Olio extravergine di oliva
q.b. - Per il condimento

Procedimento passo passo

1.Facciamo gli strangozzi

Su un tavolo di lavoro mescoliamo le due farine, quindi iniziamo a impastarle con l'acqua freddissima, aggiungendo l'olio. lavoriamo tutti gli ingredienti e otteniamo un panetto sodo. Facciamolo riposare per almeno 30 minuti nella pellicola. Dopo il riposo, stendiamo la pasta lasciandola un po’ spessa (2 mm circa), arrotoliamo la sfoglia infarinandola con la semola e ricaviamo con un coltello affilato delle striscioline, che separeremo subito con ancora farina di semola.

2.​Prepariamo il condimento

Rosoliamo in una capiente padella uno spicchio di aglio con un po’ di olio. Tritiamo gli spinaci e facciamoli insaporire in padella, lasciando il composto sempre morbido e cremoso (se serve aggiungiamo acqua). Spegniamo e uniamo pepe e pecorino. In un'altra padella rosoliamo le striscioline di speck con un po' di olio e teniamo da parte.

3.Gli occhi di robiola

Aiutandoci con due cucchiaini, prepariamo tante palline bianche con la robiola (saranno gli occhi), e decoriamole con una fettina di oliva nera e conserviamo in frigo.

4.Intimoriamo i commensali con gli "occhietti di robiola"

Lessiamo in acqua salata gli strangozzi, scoliamoli al dente e tuffiamoli in padella con il condimento, uniamo lo speck croccante a striscioline e serviamo con le mandorle a filetti. Decoriamo con “gli occhietti di robiola” che guarderanno i nostri commensali per... intimorirli!

Recensioni degli utenti


Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta!

Vota questa ricetta




1500 caratteri rimanenti

Seguici su

Ti potrebbero interessare

Gnocchi soufflé
Ecco un altro metodo per cucinarli
...continua »
Spaghettoni con ricotta, pomodori e pane tostato
Panatura al basilico e concassè per una morbidezza non comune
...continua »
Lasagne agli asparagi
Mettiamoci all'opera e cuciniamole in modo diverso da solito
...continua »
Tortelli di patate e salsiccia
I nostri ospiti saranno rapiti da questi piccoli scrigni di bontà!
...continua »

Altre di Natalia Cattelani

Polletti da paura!
Curiosi serpentelli di pollo panati che strisciano nel piatto su un letto di rucola
...continua »
Panzerottini ai peperoni
Possiamo farcirli con ciò che più ci piace!
...continua »
Rosette di verdure estive
Si può portare in tavola anche come elegante antipasto
...continua »
Riso integrale con speck e zucchine
Profumato e gradevole, sparirà dal piatto in un baleno!
...continua »
Bruschette con alici “arriganate” e olive taggiasche
Fette di pane bruscato ideali per antipasti in compagnia
...continua »