Il prezzemolo era conosciuto anche al tempo dei “vecchi” medici, che lo impiegavano per guarire i problemi più disparati. Al supermercato lo si trova confezionato nel banco frigo. È una pianta di facile coltivazione, che si può produrre anche da soli, seminandolo nell’orto di casa o anche nei vasi o nelle cassette poste sul balcone.  L’importante è che le foglie e i gambi siano turgidi e di un verde intenso. Calcolando bene i tempi di semina, lo si può avere sempre a disposizione. Prima di essere consumato, va lavato abbondantemente sotto l’acqua corrente. In frigorifero si mantiene per qualche giorno. Il principio attivo contenuto nella sua radice, una sostanza che si chiama apiolo, provoca contrazioni dell’intestino, della vescica, e dell’utero, stimolandone le funzioni. La pianta è anche diuretica e carminativa (elimina l’aria dallo stomaco), specialmente i semi. Sfregata sulla parte interessata, lenisce il dolore provocato dalle punture di insetti.

Veggie burger
La versione tutta salute del famoso panino ma fatto al Bimby
...continua »
Gnocchi ai formaggi light
Può consumarli anche chi è attento alla linea
...continua »
Parmigiana scomposta di melanzane
Secondo la cucina Vegan una delle più famose ricette italiane al mondo
...continua »
Pink lady
Un dessert realizzato senza uova né grassi animali
...continua »
Seguici su