Le fave si trovano anche secche, talvolta usate per la produzione di una farina adatta alla preparazione di minestre assai gradite. Nell’acquistarle fresche, osserviamo con attenzione l’involucro esterno, che deve risultare verde intenso, senza macchie e croccante all’apertura. Quelle secche si posso trovare con e senza buccia. Queste ultime si cucinano senza sottoporle all’ammollo, procedimento riservato a quelle abbucciate. Mentre le fresche si conservano per qualche giorno nel frigorifero, le secche, se protette in un contenitore idoneo e poste in luogo asciutto, si mantengono facilmente per lungo tempo. Contengono tantissima legumina, per cui sono molto nutrienti. Nella medicina naturale, la farina ottenuta dalla macina dei semi, bollita nell’acqua, arresta le diarree. I baccelli, inoltre, venivano indicati dai medici del passato per l’espulsione dei calcoli renali.
Tutti gli ingredienti della categoria Patate, verdure e ortaggi


Pasta “Bassotti” con salsa di pomodoro
E' una sorta di frittata di tagliolini, ma all'emiliana
...continua »
Triangoli alle carote ripieni di confettura di prugne
Fagottini deliziosi con un ripieno che non ti aspetti
...continua »
Cestini di polenta
Ricetta di recupero, un’idea originale per utilizzare gli avanzi
...continua »
Spaghetti con cozze ripiene al sugo di pomodoro
Una sciccheria che farà la dofferenza a tavola
...continua »
Rosette di verdure estive
Si può portare in tavola anche come elegante antipasto
...continua »
Seguici su