Sono bulbi di cipolla non completamente formati, ottimi se consumati crudi, da soli oppure con altri ingredienti, nelle insalate primaverili ed estive. Rassomigliano moltissimo all’erba cipollina. Per cui spesso si usano anche le foglie verdi per aromatizzare zuppe, formaggi, paste, pesce, carne ecc. Tuttavia vanno dosate con accortezza, perché hanno un sapore più deciso delle altre. Come nel caso delle cipolle adulte, si fa distinzione fra quelli bianchi e rossi. Generalmente, questi ultimi sono più dolci. Sono venduti a mazzi e, nell’acquistarli, si deve osservare il loro aspetto, che
non deve presentare macchie e segni di marcescenza. Badiamo anche che siano sodi e turgidi. Sono facilmente deteriorabili, per cui conviene conservarli in ambiente areato e buio, non sovrapponendone troppi oppure raggruppandoli in mazzetti e appendendoli a qualche sostegno. Per qualche giorno, si conservano bene nella parte bassa del frigorifero. Se ne mangia prevalentemente la parte dura basale, naturalmente dopo averli lavati accuratamente e privati delle radichette e delle foglie verdi soprastanti. Si usa spesso consumarli cotti ma, come le altre verdure, perdono tante virtù benefiche, specialmente quelle legate al contenuto di vitamina C e dei gruppi B e PP, che sono termolabili.
Tutti gli ingredienti della categoria Patate, verdure e ortaggi


Zuppa di funghi, patate e coda di rospo
Particolare e golosa, l'abbiamo preparata con la coda di rospo
...continua »
Pici con alici, finocchietto e pinoli
Un classico che diventa un grande piatto!
...continua »
Crocchette di merluzzo ai pistacchi e barbabietola
Un fritto croccante, “alleggerito” da una gustosa e colorata purea
...continua »
Scampi fritti e al forno con verdure
Idea veloce e saporita per un brunch
...continua »
Seguici su