• Oli
  • Olio extravergine di oliva



Olio extravergine di oliva cerchio

Ingrediente imprescindibile in cucina, per legge l’olio extravergine di oliva non può superare l’1 per cento di acidità, ma tutte le Dop hanno per disciplinare un’acidità che sta sotto lo 0,6%. Dunque, se sentite mandorla o mela, lavanda o peperoncino non stupitevi: sono questi gli immensi profumi del nostro olio. Per valutare com’è stato prodotto, dovete accertarvi di tre cose prima di tutto: che le olive siano state raccolte non a totale maturazione, che siano state macinate entro 12 ore dalla raccolta, che il frantoio non abbia né ossidato né riscaldato la pasta di olive. Ogni territorio ha una sfumatura d’olio. Impossibile dire quale sia il migliore. Se quello finissimo del Garda o quello spesso d’Umbria, di Toscana e di Puglia, se quello particolarissimo del ravennate, quello salmastro di Calabria, il dolcissimo di Sicilia, il minerale di Sardegna o l'elegantissimo delle Marche.

Zuppa di funghi, patate e coda di rospo
Particolare e golosa, l'abbiamo preparata con la coda di rospo
...continua »
Zuppa di pane golosa
Una gustosa ciotola calda che mette tutti d’accordo
...continua »
Ravioli al vitello e scarola
Il primo piatto che profuma di verde, burro e formaggio
...continua »
Pollo arrosto con le patatone
Solo ali e cosce dorate e croccanti
...continua »
Seguici su