Coltivate un po’ dovunque, sono note fin dai tempi biblici, se si ricorda che Esaù vendette la primogenitura per un piatto di questi semi. Sono adatte alle preparazioni più svariate, dalle minestre alle zuppe, fino ai contorni.  A forma di lenticella, i semi sono contenuti in un baccello e, in genere, si raccolgono in estate per poi essere essiccati al sole, prima di destinarli al consumo. Se ne conoscono molte varietà, che differiscono per dimensioni e colore. Tra quelle italiane, meritano un cenno quelle piccolissime Dop di Castelluccio di Norcia, quelle di Altamura, quelle di Villalba, quelle di Colfiorito, quelle del Fucino e le lenticchie di Mormanno. Molto nutrienti (specialmente quelle con la buccia sottile) sono conosciute come la carne dei poveri. Sono un prodotto ricco di sali minerali e proteine vegetali, privo di colesterolo. A livello medicinale, la loro farina è risolvente ed emolliente, come quella dei semi di lino.

Ricette con Dolci

Frollini al pistacchio di Bronte
Ricordano i profumi della Sicilia, da gustare lentamente....
...continua »
Cake design - Realizziamo un camaleonte 1
Un dolcissimo rettile per impreziosire i nostri lavori
...continua »
Sfere bianche di meringa
Sono ripiene di crema soffice e frutti di bosco..
...continua »
Torretta alle fragole
Merendine golose al rum ripiene di gelato
...continua »
Seguici su