Coltivate un po’ dovunque, sono note fin dai tempi biblici, se si ricorda che Esaù vendette la primogenitura per un piatto di questi semi. Sono adatte alle preparazioni più svariate, dalle minestre alle zuppe, fino ai contorni.  A forma di lenticella, i semi sono contenuti in un baccello e, in genere, si raccolgono in estate per poi essere essiccati al sole, prima di destinarli al consumo. Se ne conoscono molte varietà, che differiscono per dimensioni e colore. Tra quelle italiane, meritano un cenno quelle piccolissime Dop di Castelluccio di Norcia, quelle di Altamura, quelle di Villalba, quelle di Colfiorito, quelle del Fucino e le lenticchie di Mormanno. Molto nutrienti (specialmente quelle con la buccia sottile) sono conosciute come la carne dei poveri. Sono un prodotto ricco di sali minerali e proteine vegetali, privo di colesterolo. A livello medicinale, la loro farina è risolvente ed emolliente, come quella dei semi di lino.

Ricette con Lieviti

La ciambella al limone di zia Rosetta
Facile, soffice e golosa, è per chi vuole fare dolci con pochi ingredienti
...continua »
Focaccia farcita con melanzane e speck
Come realizzare capolavori di pizzeria utilizzando ortaggi
...continua »
Tortine al gorgonzola con noci e pere
Un antipasto sfizioso, facile con il Bimby
...continua »
Pizza patate e provola
Preparata con farina di mais e provola
...continua »
Seguici su