L’aglio è noto non solo per dare un gusto inconfondibile ai piatti, ma anche per le sue proprietà. Diminuisce il rischio di trombosi, è antisettico, riduce la pressione arteriosa e il colesterolo, è un valido antinfiammatorio, incrementa il livello di insulina nel corpo. Attenzione però: se viene cotto, perde gran parte di queste virtù. Per renderlo più digeribile, basta togliere il germoglio centrale. In forti dosi, soprattutto crudo o in estratti, è sconsigliato in caso di emorragia, vista la sua azione fluidificante sul sangue. Evitiamo il consumo prolungato in dosi elevate anche durante gravidanza e allattamento. Il periodo migliore è tra luglio e agosto.

Zuppa di funghi, patate e coda di rospo
Particolare e golosa, l'abbiamo preparata con la coda di rospo
...continua »
Pici con alici, finocchietto e pinoli
Un classico che diventa un grande piatto!
...continua »
Crocchette di merluzzo ai pistacchi e barbabietola
Un fritto croccante, “alleggerito” da una gustosa e colorata purea
...continua »
Scampi fritti e al forno con verdure
Idea veloce e saporita per un brunch
...continua »
Seguici su