Polpette, come cucinarle e conservarle



Una delle pietanze più versatili in cucina!

Polpette, come cucinarle e conservarle

Morbide, succose, gustose, un successo per il palato! Per riuscire a portare in tavola delle polpette davvero squisite, non basta seguire scrupolosamente una adeguata preparazione. Gli ingredienti possono essere di ottima qualità e l’impasto realizzato perfettamente, ma quello che ci permette di avere delle polpette praticamente perfette, è il metodo di cottura. È, infatti, possibile cuocerle in modi diversi e, per ognuno di essi, ci sono dei piccoli accorgimenti da seguire. Ma non solo,  scopriamo  anche i segreti per ottenere dei prelibatissimi bocconcini che tutti vorranno gustare a più non posso. Dalla padella al frigorifero, vediamo anche come cuocere perfettamente le nostre polpe e, e come donargli quel tocco in più che le renderà davvero uniche e richieste!

Foto

I metodi di cottura

I metodi di cottura

Le polpette possono essere cotte in diversi modi. Vediamo i più diffusi. A vapore, per un risultato delicato e leggero. Basta metterle in un cesto da vaporiera (van no bene quelle elettriche, quelle da microonde e anche quelle della pentola a pressione) e lasciarle cuocere fino a quando uscirà un liquido trasparente. La cottura può essere eventualmente terminata in forno (per ottenere una crosticina dorata) o in una salsa.

Vediamo le varie cotture:

In forno: ungiamo leggermente una teglia (o, per una versione ancora più leggera, rivestiamola con un foglio di carta forno) e mettiamoci le polpette, ben distanziate. Mettiamo in forno già caldo a 180 gradi fino a quando saranno ben colorite (il tempo dipende dalla dimensione delle polpette). Questo è un metodo di cottura eccellente quando si devono cuocere molte polpette.

Al barbecue: dopo aver unto leggermente le polpette, per evitare che si attacchino alla griglia, possiamo cuocerle direttamente sulla griglia sia singolarmente che infilzate in uno spiedino (per renderle più appetitose, possiamo alternarle a pezzi di verdura colorata, come peperoni o pomodori).

In padella: dopo averle scrollate dall’eccesso di farina, lasciamole cuocere girandole spesso. Una volta ben rosolate, possiamo mettere il coperchio e continuare la cottura per dieci-quindici minuti oppure passarle in forno a 180 gradi o cuocerle in una salsa che le copra per circa i tre-quarti. Se decidiamo di cuocerle nella salsa, la rosolatura può anche essere omessa. L’aroma sarà un po’ meno deciso, ma la consistenza più morbida
 

Altri suggerimenti!

Altri suggerimenti!

In cerchio: Quando cuociamo le polpette, mettiamole in cerchio, in senso orario. Così, per girarle, potremo seguire l’ordine con cui le abbiamo messe in padella.

Morbido è meglio: Per avere polpette morbide, uniamo la carne sempre come ultimo ingrediente, dopo aver amalgamato gli altri. In questo modo, la carne sarà lavorata poco e il composto risulterà meno compatto.

Gratta e vinci! Se vogliamo aggiungere all’impasto cipolle, zucchine e carote, grattugiamole con la grattugia a fori grossi. In questo modo, cuoceranno prima, amalgamandosi meglio al composto

Con me non attacca! A volte l’impasto delle polpette si attacca alle dita, soprattutto quando lo togliamo dalla pinza o lo schiacciamo leggermente per formare polpettine piatte. Per evitare questo inconveniente, bagniamoci prima le mani con acqua fredda.

Un sapore in più: Possiamo rotolare le polpette in semi di sesamo prima di passarle in padella. Il sesamo donerà loro un aroma davvero speciale!

Piatto unico: Mettiamo del riso cotto all’interno delle nostre polpette. Prenderanno un sapore e una consistenza che ci stupirà!

Che buone! Per preparare delle ottime polpette cotte in forno, mettiamo un po’ di brodo vegetale sul fondo della teglia. L’umidità che si sprigiona in cottura le manterrà morbide e succose.

La conservazione: Le polpette si congelano bene, crude o cotte, con e senza salsa. Per evitare che si rompano durante lo scongelamento, è bene congelarle separate, in un vassoio, e poi metterle nei contenitori da freezer o in buste apposite. Si conservano bene per circa tre mesi.


Commenti degli utenti


Non ci sono ancora commenti per questo contenuto!

Lascia il tuo commento




1500 caratteri rimanenti

Altri consigli di cucina

Verdure e ortaggi! Come sceglierli?
Un giro al mercato per cercare i cibi genuini!
...continua »
La pasta all'uovo
Buona e genuina, affonda le sue radici negli albori della gastronomia
...continua »
Come pulire il forno elettrico?
Tanti utili consigli su come trattare la pulizia del nostro forno!
...continua »
Soufflé, nuvole di aromi e profumi
Le tecniche corrette e il procedimento giusto per portarli a tavola perfetti
...continua »
Gli accessori essenziali del barbecue
Quali utensili utilizzare per cucinare al meglio carni, pesce e verdure
...continua »
Seguici su